Articoli filtrati per data: Marzo 2015 - Cronaca Libera
Sabato, 28 Marzo 2015 09:12

Torna l'ora legale

Precisamente alle 2.00 di notte, tra il 28 e 29 marzo. Le lancette andranno messe avanti di un'ora e il giorno avrà più luce. 

Questo tipo di cambiamento permette di risparmiare energia, tanto che i dati dell'azienda Terna, parlano di un risparmio energetico di 6,72 miliardi di kilowattora, pari ad un valore di circa 990 milioni di euro nel 2014.

 

Non tutti i paesi del mondo adottano l'ora legale, come Russia, Cina e Giappone, che hanno l'orario solare fisso. Mentre negli Stati Uniti le lancette sono state spostate indietro di un'ora già da quelche giorno. 

 

Nel nostro Paese l'ora legale è stata adottata per la prima volta nel 1916, per poi essere definitiva nel 1966. Ma già Benjamin Franklin, nel 1700, aveva pensato che adottare il cambio delle ore sarebbe stato un notevle risparmio di energia.

 

Pubblicato in Scienza

Sarà Giorgio Albertazzi ad inaugurare, martedì 24 marzo alle ore 20 alla galleria Sallustiana 27, la mostra dell’artista Roberto Del Fabbro.

In occasione del vernissage si esibirà la ballerina di flamenco Caterina Lucia Costa.

 

La presentazione di oltre trenta opere di  Roberto Del Fabbro costituisce  una esaustiva testimonianza sulla  attività artistica di questo artista.

Un inno alla vita cantato sulle note e sui colori della natura. Il magma primordiale, le foglie, gli oceani, i pesci con i loro colori, le forme e l’immensa bellezza sono le muse ispiratrici di Roberto Del Fabbro. Lo stile di questo pittore è una danza incalzante di toni caldi amalgamati a quelli più freddi separati e delineati su un pentagramma di tratti talvolta decisi, altre volte fluidi e delicati. Il suo è un valzer in cui il rapporto uomo-natura si capovolge. L’uomo, in questo caso Roberto Del Fabbro, si immedesima nella natura, ne diventa un tutt’uno e, di volta in volta, si tramuta in mare, pesce, vento o fronda. Nelle sue nuove vesti osserva il mondo che lo circonda. Ne percepisce sapori, odori, gentilezza. L’immagine che ne esce e che viene immortalata sulle tele,  è un recupero della bellezza della natura trasportata nelle sue opere in cui la stessa nelle figurazioni di pesci, foglie ed altro traspare il mondo umano..

Le sue opere sono dense di simbolismi, di parabole da interpretare e, osservandole attentamente ci si può scorgere anche un sottile velo di ironia con cui, l’artista, riesce a illustrare alcuni aspetti del vivere quotidiano. Del Fabbro, nei suoi dipinti, canta la natura principalmente attraverso le foglie e i pesci. Sono queste, infatti, l’elemento predominante con cui il pittore ha deciso di comunicare con il mondo esterno, con la gente. Nei suoi tanti viaggi, ha ammirato la bellezza e la forza selvaggia di Madre Natura convincendosi sempre di più della bellezza e dell’assoluto del vivere

 

In occasione della mostra è stato edito dalla Casa Editrice Millenium un catalogo con scritti di Egidio Maria Eleuteri

 

SALLUSTIANA 27

Via Sallustiana 27/a

348.2806054 – 373.5199751

 

Mostra:        Roberto Del Fabbro - Dipinti.

Luogo:         Via Sallustiana 27/a - Roma

Periodo        24 marzo – 4 aprile 2015           

Orario:          Martedì-venerdì  dalle 10,00 alle 14,00; 16 – 19 ; sabato e lunedì per  appuntamento

 

 

Pubblicato in Cultura